Stoanerne Mandln da Avelengo

Stoanerne Mandln da Avelengo

Lunga escursione sui sentieri che da Avelengo conducono agli Omini di Pietra/Stoanerne Mandln, posizionati sulla cima dello Schöneck, per poi percorrere l’ampia e panoramica dorsale che conduce sul Giogo della Croce/Kreuzjoch e all’omonimo passo. Non manca il passaggio presso alcune malghe.

Giogo della Croce
Vista dal Giogo della Croce

La traccia è stata rilevata direttamente ma potrebbe presentare imperfezioni e/o inesattezze.

Clicca su “Maggiori informazioni” per più dati (profilo altimetrico compreso) e per scaricare la traccia.


Guarda il video con le immagini dell’escursione (versione invernale) su YouTube


MAPPA DI LOCALIZZAZIONE


SINTESI DESCRIZIONE:

Da Avelengo si guadagna quota, prevalentemente nel bosco, giungendo alla Wurzeralm/Malga Wurzer da dove già si apre una bella vista.
Si procede, sempre in salita, fino alla Vöraner Alm/Malga Vöraner e alla splendida dorsale principale in corrispondenza del Giogo dei Prati/Auener Jöchl.
Con una deviazione lungo il crinale, si raggiunge la panoramicissima elevazione dello Schöneck meglio conosciuta come Stoanerne Mandln (Omini di pietra) proprio perchè disseminata da numerose caratteristiche pile di sassi.

Ritornati al Giogo dei Prati/Auener Jöchl si prosegue lungo la vasta dorsale salendo sull’ampia sommità del Giogo della Croce/Kreuzjoch per poi raggiungere il Passo della Croce/Kreuzjöchl, punto in cui si abbandona lo spartiacque per scendere alla Maiser Alm/Malga Maiser e poi fino al fondo della valle del Rio Sinigo da cui, dopo aver sfiorato una bella cascata, si torna al punto di partenza.

Gruppo di Tessa Wurzeralm
Gruppo di Tessa visto dalla Wurzeralm

DESCRIZIONE COMPLETA:

Partiamo da Avelengo, parcheggio/fermata bus (q. 1275 m. circa) ai piedi della chiesa parrocchiale.
Ci portiamo sul lato a monte della rotonda stradale e iniziamo a salire lungo Via Hinterdorf  (segnavia 16).
Oltrepassiamo l’incrocio con via Wurz per poi svoltare a sinistra al bivio successivo (segnavia 16B) passando tra alcuni fabbricati.

Incrociata la strada forestale coincidente con il tracciato 2A, continuiamo sul sentiero 16B giungendo ad intersecare il sentiero 2 che seguiamo in salita raggiungendo ancora una volta la strada.

Sentiero Avelengo Stoanerne Mandln
Un incrocio fra i tracciati 2 e 2A

Guadagniamo quota utilizzando sempre il sentiero 2 al posto del più semplice e lungo percorso 2A pur intersecandolo più volte. Il percorso si sviluppa prevalentemente nel bosco ma non mancano gli spazi prativi.

Eccoci al piacevole spazio erboso in cui si trova dislocata la Wurzeralm/Malga Wurzer (q. 1707 m.) con bella vista verso il gruppo di Tessa.

Wurzeralm
Wurzeralm

Continuiamo sul sentiero 2 in direzione della Vöraner Alm/Malga Vöraner.
Saliamo tra gli abeti fino a giungere presso i fabbricati della malga (q. 1873 m.). Ci fermiamo ad ammirare lo splendido panorama che si estende verso sud e ovest. Oltre a parte delle cime dei gruppi del Tessa e dell’Ortles, appaiono, tra le altre, le Maddalene.  

Vöraner Alm
Vöraner Alm

Sempre seguendo i segnavia del tracciato 2, in direzione dell’Auener Jöchl/Giogo dei Prati, procediamo su stradello in leggera salita arrivando sulla sommità della dorsale erbosa con la vista che si apre sulle splendide sagome di Picco Ivigna/Ifinger e Laste di Verdins/Verdinser Lattenspitz.
Poco oltre tralasciamo il percorso diretto al Giogo della Croce e, procedendo verso est (destra), seguiamo il sentiero che taglia il versante meridionale della montagna e giungiamo al Giogo dei Prati/Auener Jöchl (q. 1926 m.) affacciato verso la Val Sarentino. E’ ben visibile la cupola dello Schöneck la cui sommità è punteggiata da omini di pietra di grandi dimensioni e un’enorme croce.

Giogo dei Prati
Giogo dei Prati

Seguendo l’ampia dorsale, procediamo verso sud-est arrivando abbastanza velocemente sulla cima dello Schöneck meglio conosciuta come Stoanerne Mandln (omini di pietra, q. 2001 m.).

Stoanerne Mandln
Stoanerne Mandln

E’ un luogo panoramicissimo e, giustamente, molto frequentato. La visuale spazia a 360° dalle Dolomiti al gruppo dell’Ortles, da numerose cime delle Alpi Sarentine tra cui l’Hirzer/Punta Cervina, massima elevazione della zona con i suoi 2781 metri di quota, ai gruppi del Brenta e dell’Adamello-Presanella e anche più a sud.

Stoanerne Mandln panorama
Stoanerne Mandln, vista verso est

Dopo la meritata pausa, torniamo al Giogo dei Prati/Auener Jöchl per poi proseguire lungo la vasta dorsale (segnavia 4, qui coincidente con l’itinerario europeo E5).

Stoanerne Mandln Giogo della Croce
Il Giogo della Croce con alle spalle la catena fra Ifinger e Hirzer

Saliti sull’ampia sommità del Giogo della Croce/Kreuzjoch (q. 2086 m.), il cui nome deriva da un’altra croce di grandi dimensioni presente anche su questa elevazione, ci fermiamo ancora a gustarci il panorama. E’ presente anche un’apposita piattaforma con indicate le numerosissime cime da qui visibili.

Senza considerare alcuna deviazione, continuiamo dolcemente sulla dorsale per un paio di km fino a raggiungere il Passo della Croce/Kreuzjöchl (q. 1984 m.).

Passo della Croce
Passo della Croce

Abbandoniamo lo spartiacque diretto all’area degli impianti sciistici di Merano 2000 per svoltare in discesa verso ovest (sinistra, segnavia 15) in direzione di Avelengo.

Presto entriamo nel bosco e, perdendo quota, oltrepassiamo la deviazione per Merano 2000 per giungere subito dopo alla Maiser Alm/Malga Maiser (q. 1797 m.).

Maiser Alm
Maiser Alm

Come durante la salita di andata con i tracciati 2 e 2A, anche qui sono presenti due opzioni per scendere verso Avelengo. Alla più comoda forestale (segnavia 15) noi preferiamo il più diretto sentiero 15A.
I due percorsi si intersecano più volte.

sentiero Avelengo Malga Maiser
In discesa verso Avelengo

Con un ultimo tratto più ripido ci si porta a fianco del Rio Sinigo per poi raggiungere una stradina asfaltata che attraversiamo procedendo in leggera discesa su via Locher (segnavia 15A).

Superiamo due volte il corso d’acqua per poi risalire sulla sponda opposta.
Una breve deviazione conduce ad una bella cascata.

Cascata Rio Sinigo
Cascata del Rio Sinigo

Usciti dal bosco perveniamo ad un gruppo di case dove svoltiamo a destra (segnavia 2) e in 5 minuti torniamo al punto di partenza.

DATI ITINERARIO:

  • Escursione effettuata nel Gennaio 2020
  • Durata*: 6h40′
  • Tempi progressivi*: Avelengo – Wurzeralm/Malga Wurzer (1h30′) – Vöraner Alm/Malga Vöraner (2h10′) – Giogo dei Prati (2h50′) – Stoanerne Mandln (3h10′) – Giogo dei Prati (3h30′) – Giogo della Croce (4h00′) – Passo della Croce (4h50′) – Maiser Alm/Malga Maiser (5h20′) – Avelengo (6h40′)
  • *I tempi inseriti sono puramente indicativi e corrispondono a quanto indicato nella segnaletica presente in loco.
  • Dislivello: +1050 m./ -1050 m.
  • Difficoltà: E (Escursionistica)
  • Carta escursionistica: Tabacco n. 040-Monti Sarentini-1:25000; Kompass n. 056-Monti Sarentini-1:25000
  • Accesso: Da Bolzano procedere lungo la Strada Statale n. 38 in direzione Merano e uscire a Sinigo. Attraversare la località poi svoltare a destra per Avelengo fino a raggiungere la località.
  • Trasporti pubblici: fino a Merano tramite treno (o bus SAD) poi autobus fino ad Avelengo (linea 225).
    (https://www.trenitalia.com/) (https://www.sad.it/)

COMMENTI E NOTE:

  • Itinerario che regala splendidi panorami nonostante la prevalenza di bosco per gran parte della salita e della discesa.
    La parte sommitale risulta piuttosto frequentata soprattutto da chi vi giunge, sfruttando gli impianti sciistici durante i periodi di apertura, dall’area di Merano 2000.
  • Le malghe che si incontrano durante il tragitto sono stagionalmente aperte al pubblico per una pausa ristoratrice.
  • Il percorso non presenta difficoltà tecniche o tratti esposti.
  • Le pendenze ridotte dei pendii attraversati lo rendono un percorso accessibile tutto l’anno.
  • Itinerario percorribile indifferentemente in entrambi i sensi.
  • Volendo ridurre il percorso, esistono due alternative: raggiungere Stoanerne Mandln e ritornare sul medesimo tracciato dell’andata oppure evitare gli Omini di Pietra e dalla Vöraner Alm salire direttamente al Giogo della Croce (possibilità di evitare anche la vetta ma i panorami visibili sarebbero meno estesi).

Hai mai effettuato questo percorso?
Vuoi qualche informazione in più oppure vuoi segnalare, aggiungere o correggere qualcosa?
Ti invito a commentare o a contattarmi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *