Da Vernazza a Corniglia lungo il Sentiero Verde-Azzurro

Da Vernazza a Corniglia lungo il Sentiero Verde-Azzurro

Escursione all’interno del Parco Nazionale delle Cinque Terre lungo la porzione del famoso sentiero Verde-Azzurro che collega Vernazza a Corniglia.

Vernazza e Punta Mesco viste dal sentiero per Corniglia
Vernazza e Punta Mesco viste dal sentiero per Corniglia

Guarda la traccia del percorso sulla mappa di Google

La traccia è stata rilevata direttamente ma potrebbe presentare imperfezioni e/o inesattezze.


MAPPA DI LOCALIZZAZIONE


DESCRIZIONE:

Incastonato in una baia e su di un promontorio roccioso, Vernazza ha storia millenaria. Le prime notizie risalgono al 1056 quale postazione di avvistamento e difesa della dinastia franca degli Obertenghi.
Nel 1080 risulta come primo castrum delle Cinque Terre.

Il centro è piuttosto affollato. Una splendida luce illumina la zona del porticciolo.

Vernazza porticciolo
Il porticciolo di Vernazza

Attraversate le viuzze del paese salgo alla torre superiore delle fortificazioni. Arrivo al punto di controllo (o acquisto card) posto all’inizio del Sentiero Verde-Azzurro (SVA).

Il sentiero guadagna quota velocemente e il panorama su Vernazza, Monterosso e Punta Mesco si fa sempre più ampio.

Passata la deviazione per San Bernardino (sentiero 507) il tracciato diminuisce la pendenza.
C’è molta gente lungo il percorso, in entrambi i sensi. C’è giusto lo spazio necessario per incrociarsi.

costa fra Vernazza e Corniglia
La costa fra Vernazza e Corniglia

Ma è bello gustarsi le viste sulla costa. Il pendio è molto ripido e il tracciato in gran parte dotato di parapetto.

Un tratto piano e ancora una salita scalinata mi portano sopra Punta Palma (q. 208 m.).

Procedo a mezza costa con numerosi saliscendi. Intanto si aprono le vedute verso Corniglia.
Presso il piccolo gruppetto di case di Prevo è presente un bar per chi voglia ristorarsi un po’.

Vernazza Campiglia - camminando verso Prevo
Camminando verso Prevo

Il sentiero procede facile, spesso fra oliveti. La vista si estende alla sottostante spiaggia di Guvano e fino a Manarola e Capo Montenero. In alto si notano le case di San Bernardino.

Spiaggia di Guvano Corniglia Manarola Capo Montenero
Spiaggia di Guvano, Corniglia, Manarola e Capo Montenero

Verso Corniglia il sentiero si allarga. Superato il ponte sul Fosso Canaletto la vegetazione si fa meno rigogliosa.

Ponte sul Fosso Canaletto
Il ponte sul Fosso Canaletto

Attraverso la strada asfaltata e raggiungo le case superiori del paese e presso la chiesa di San Pietro documentata già nel 1267.

Il centro storico è costituito principalmente da una viuzza e qualche breve deviazione laterale. E’ il più piccolo dei cinque famosi villaggi e l’unico posizionato non al livello del mare.

Corniglia – Largo Taragio e l’oratorio di Santa Caterina

Un giretto per ammirare la costa da Punta Mesco al Capo di Montenero e poi inizio la discesa verso la stazione percorrendo la Scalinata della Lardarina. Realizzata in mattoni rossi è costituita da 382 gradini e 33 rampe.

mar Ligure sotto Corniglia
Il mare sotto il centro di Corniglia

DATI ITINERARIO:

  • Escursione effettuata nel Aprile 2017
  • Durata*: 1h40′ (escluso giri per Vernazza e Corniglia)
  • Tempi progressivi*: Vernazza – Prevo (40′) – Corniglia (1h30′) – Corniglia stazione (1h40′)
  • Dislivello: +300 m./ -300 m.
  • Difficoltà: E
  • Carta escursionistica: Geo4map n. 721 – Cinque Terre Golfo della Spezia 1:25000
  • Accesso: Assolutamente sconsigliato l’arrivo in auto. Utilizzare il treno.
  • Trasporti pubblici: Treno linea Genova-La Spezia (https://www.trenitalia.com/)
  • *I tempi inseriti corrispondono a quanto da me impiegato e sono puramente indicativi.

COMMENTI E NOTE:

  • Il percorso è molto panoramico e faticoso solo nella prima parte ma nessun problema per una persona in buone condizioni fisiche.
    Purtroppo tende ad essere affollato, in particolare durante i weekend e il periodo estivo.
  • Durante la stagione invernale è solitamente chiuso per permetterne la manutenzione e la salvaguardia.
    Controllarne quindi la fruibilità nello spazio dedicato ai sentieri del sito del Parco Nazionale.
  • Essendo molto breve è consigliabile sommarlo ad altro itinerario. Una possibilità potrebbe essere quella di partire da Monterosso in modo da utilizzare lo stesso biglietto per coprire le 2 tratte a pagamento del Sentiero Verde-Azzurro.
    Così come si può proseguire per Manarola (link più sotto per entrambi i percorsi).
  • Il senso di percorrenza è indifferente.
  • Chi però volesse ridurre il dislivello di circa 100 m. può usufruire della navetta a pagamento che collega la stazione ferroviaria di Corniglia al centro storico.

Altre escursioni pubblicate in zona:


Hai mai effettuato questo percorso?
Vuoi qualche informazione in più oppure aggiungere qualcosa?
Ti invito a commentare o a contattarmi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *