Bellagio da Civenna

Bellagio da Civenna

Escursione ad anello su sentieri e stradine del Triangolo Lariano fra Civenna e Bellagio. Una possibilità per raggiungere a piedi la rinomata località lacustre.

Civenna Varenna Lago di Como
Vista verso Varenna

Guarda la traccia del percorso sulla mappa di Google.

La traccia è stata in parte rilevata direttamente e in parte disegnata manualmente tramite Viewranger e potrebbe presentare imperfezioni e/o inesattezze.


MAPPA DI LOCALIZZAZIONE

DESCRIZIONE:

Lascio l’auto nel panoramico parcheggio del cimitero di Civenna (q. 630 m.).
In basso c’è il lago, di fronte le Grigne.

Al limite meridionale, a fianco della chiesetta di San Rocco, imbocco in discesa l’omonima via seguendo le indicazioni per Bellagio (segnavia bianco-rosso).
Raggiunto un incrocio presso la parte inferiore di Civenna, svolto a sinistra su via Lotario che abbandono in corrispondenza del terzo tornante per seguire una stradina sterrata che procede in piano.

Lago di Como Civenna
Il ramo di Lecco del lago visto da Civenna

Alcune centinaia di metri dopo, ad un incrocio presso un gruppetto di case, evito lo stradello in discesa che porterebbe a Vassena e continuo diritto (segnavia 27).
Il tracciato è piuttosto piacevole.
In questa giornata abbastanza uggiosa le nuvole coprono la cima innevata delle Grigne mentre un cerbiatto rimane tranquillo in mezzo ad un prato a fianco di un vecchio fabbricato rurale.

Civenna Bellagio Cascina Gorla
Nei pressi di Cascina Gorla

Arrivato alla zona residenziale presso Cascina Gorla, ritorno su asfalto svoltando verso nord-ovest (destra).
Dopo nemmeno 200 metri devio in discesa (segnavia 21-27) giungendo velocemente alla bella conca del torrente Voglia che supero con un ponticello.

Civenna Limontasca Torrente Voglia
Il Torrente Voglia

Mi dirigo ora verso Limontasca (segnavia 27) inoltrandomi nella valletta con a fianco il piccolo corso d’acqua.
Raggiunto uno stradello in ghiaia battuta, lo seguo verso destra e in pochissimi minuti arrivo alle case di Limontasca (q. 620 m. circa).

Civenna Limontasca Bellagio
Area prativa nei pressi di Limontasca

Continuo in direzione di Bellagio (segnavia 27). Ad un primissimo tratto in leggera salita fa seguito una sezione del percorso prevalentemente nel bosco.
Mi trovo lungo il Sentiero del Tivano che taglia il versante, in alcuni punti, piuttosto ripido.
Non mancano alcuni begli scorci sul lago e su alcuni paesi come Limonta, alcune centinaia di metri più in basso, oppure Mandello al Lario, Lierna e Varenna sulla sponda opposta.

Lago di Como Lierna
Le Grigne nascoste dalle nubi

Oltrepasso il bivio con il sentiero 2 diretto al Belvedere di Makallè e Chevrio.
La visuale si apre verso nord con Bellagio e la porzione settentrionale del Lario.

Bellagio Lago di Como vista
Vista su Bellagio e il Lago di Como

Mantengo la traccia che perde quota verso Bellagio fino a raggiungere la Strada Provinciale percorrendola in discesa per alcune decine di metri per poi deviare su via Casate.
Mantenendomi sempre sulla piccola strada principale, attraverso Casate poi arrivo a Suira.
Al termine della via, imbocco il percorso pedonale scendendo a Taronico.

Attraverso via Volta e procedo prima su Via Lazzaretto poi sull’omonimo vicolo e, a destra, su via delle Cascine tornando ancora su via Lazzaretto portandomi al vicino slargo adibito a parcheggio presso cui passa la Strada Provinciale (via Vitali) che seguo verso destra.

Bellagio Oliverio
Primavera all’ingresso di Bellagio

Giunto all’incrocio con via Valassina, la seguo in direzione di Oliverio e Pescallo passando a fianco di un bell’uliveto.

Continuo a procedere verso Pescallo tramite l’omonima via arrivando all’affascinante e antico piccolo borgo di pescatori.
Mi trovo all’estremità settentrionale del ramo di Lecco del Lario

Bellagio Pescallo
Il borgo di Pescallo

Attraversato completamente Pescallo, imbocco la scalinata ai Cappuccini raggiungendo via Garibaldi con cui mi inoltro nel centro di Bellagio (q. 202 m.) affacciato sul limite nord del ramo comasco del Lario.

Bellagio
Nel centro storico di Bellagio

Dopo aver gironzolato un po’ per questa rinomata meta turistica, spesso piuttosto affollata, percorro il lungolago verso sud.
Oltre la sponda opposta emerge la sagoma innevata del Monte di Tremezzo e del limitrofo Monte Crocione.
Bella la vista sul ramo occidentale in cui emerge la penisola di Lavedo, presso Lenno.

Bellagio lungo lago
Bellagio e il lago

Di fronte all’ingresso dei giardini di Villa Melzi, inizio a seguire la strada rimanendo parallelo alla recinzione perimetrale.
All’incrocio con la strada principale, devio verso Loppia sulla piccola stradina  (via Melzi d’Eril) che scende stretta fra muri in sasso.

Oltrepassate le case della borgata e la darsena, risalgo fino alla Provinciale con cui scendo per un centinaio di metri fino a Piazza Sant’Andrea (fontana) in località Guggiate (q. 220 m.) dove imbocco, a destra del cancello di Villa Ciceri, il tracciato verso Brogno (via Ciceri, segnavia bianco-rossi).

Bellagio Guggiate
Piazza Sant’Andrea a Guggiate

Mi trovo lungo l’itinerario n. 1 Dorsale del Triangolo Lariano che collega Bellagio a Brunate.

Superato il ponte sul Torrente Perlo, salgo per scalinata fino ad una strada asfaltata dove prendo a sinistra e salgo fino ad oltrepassare la piazzola riservata all’elisoccorso e ad una cascina sopra l’area agricola di Cagnanica.

Presso il termine della strada, procedo lungo una mulattiera fra muretti.
Guadagnando quota il lago emerge sempre più.

Monte Tremezzo Lago di Como Bellagio Civenna
Il Monte Tremezzo e il Lago di Como

Al termine della salita, raggiungo un bivio con un tracciato che giunge da Vergonese ed in cui mantengo la sinistra per svoltare dopo un paio di centinaia di metri a destra imboccando la mulattiera in salita.

Dopo alcuni tornanti all’interno di un castagneto, arrivo in località Begola dove, all’incrocio con il sentiero 5 proveniente da Vergonese, proseguo su sterrato fra prati e boschi in direzione di Brogno.

Seguendo sempre l’itinerario 1, giungo al bivio per il belvedere del Monte Nuvolone e alle case di Brogno (q. 584 m.) presso le quali devio su carrareccia in direzione di Rovenza.

Ad una radura in cui è presente una cappelletta, procedo ancora lungo il tracciato 1 seguendo le indicazioni per Rovenza.

Civenna Bellagio sentiero 1
Cappelletta lungo il sentiero 1

Normalmente vedrei la cresta del Monte San Primo, massima elevazione del Triangolo Lariano.
Oggi l’innevata dorsale è completamente immersa nelle nubi.

Con comodo percorso sterrato arrivo all’abitato di Rovenza (q. 716 m.) in cui ritrovo l’asfalto che seguo in leggera discesa abbandonando il tracciato 1.

All’incrocio con la strada principale (località Cernobbio, q. 694 m.), la percorro in direzione di Bellagio per oltre 1 km oltrepassando il bivio per Chevrio, in cui è posta una cappella dedicata a Regina Pacis, poi quello per Villa Mora.

Civenna Bellagio cappella
La cappella dedicata alla Regina Pacis

Raggiunto l’incrocio con la piccola via Sorriso, la risalgo per alcune decine di metri per poi svoltare a sinistra su sterrato.

Rimanendo più o meno in quota, il percorso ritorna su asfalto fino a scendere alla Strada Provinciale che collega Bellagio a Civenna.
Percorrendola verso Civenna per alcune centinaia di metri, ritorno al parcheggio a fianco del cimitero.

DATI ITINERARIO:

  • Escursione effettuata nell’Aprile 2018
  • Durata*: 6h00′
  • Tempi progressivi*: Civenna – Limontasca (1h00′) – Pescallo (2h45′) – Bellagio (3h00′) – Guggiate (3h35′) – Brogno (4h35′) – Rovenza (5h05′) – Civenna (6h00′)
  • *I tempi inseriti sono puramente indicativi e corrispondono a quanto indicato nella segnaletica presente in loco integrata, quando assente, da quanto da me impiegato.
  • Dislivello: +600 m./ -600 m.
  • Difficoltà: E (Escursionistica)
  • Carta escursionistica: Global Map – Lago di Como – 1:35000; Kompass – Lago di Como, Lago di Lugano – 1:50000
  • Accesso: Da Milano, Monza e anche da Como procedere per Erba poi seguire per Asso e, in direzione di Bellagio, fino a Civenna;
    da Lecco procedere fino alle porte di Bellagio e alla rotonda in località Visgnola svoltare per Civenna. raggiungere Cesana Brianza poi Canzo, Sormano e salire alla Colma di Sormano.
  • Trasporti pubblici: Da Milano in treno fino ad Asso poi bus fino a Civenna (linea C36); da Como e Lecco utilizzare i bus per Erba o Asso (linea C40 e C49) poi bus Asso-Civenna (linea C36).
    https://www.trenord.it/linee-e-orari/circolazione/orario-ferroviario/ http://www.asfautolinee.it/it/orari-rete-extraurbana

Altre escursioni pubblicate in zona:


Hai mai effettuato questo percorso?
Vuoi qualche informazione in più oppure vuoi segnalare, aggiungere o correggere qualcosa?
Ti invito a commentare o a contattarmi!

One Reply to “Bellagio da Civenna”

  1. We vacation in Civenna. On the hike, It is important not to turn downhill to Vassena. Steep trail. Although the lakeside village is charming. Lunch and wine give one courage for the uphill return. Maybe if I were younger.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *