Trekking in Piemonte

Trekking in Piemonte

Elenco di Cammini e itinerari escursionistici di media e lunga percorrenza presenti in Piemonte.
Breve descrizione e il link al sito in cui trovare le informazioni più complete per ciascun percorso.

SOMMARIO:
  1. Alta Via delle Alpi Biellesi
  2. Alta Via dell’Ossola (da Rifugio a Rifugio – AVO)
  3. Cammino della Gran Madre
  4. Giro del Marguareis
  5. Grande Sentiero del Roero (S1)
  6. Grande Traversata del Biellese (GtB)
  7. Grande Traversata della Collina (GTC)
  8. Grande Traversata delle Alpi (GTA)
  9. Gran Tour del Monviso (GTM)
  10. Lou Viage
  11. Orizzonte Monviso
  12. Percorsi Occitani
  13. Sentiero Balcone della Val di Susa
  14. Sentiero delle Fortificazioni
  15. Sentiero Italia
  16. Tour dell’Ambin
  17. Valle Bronda Trekking (VBT)
  18. Valle Varaita Trekking (VVT)

  1. Alta Via delle Alpi Biellesi
    Si tratta di un difficile trekking di 40 km circa che percorre il crinale fra il biellese e la Valle d’Aosta.
    Indicato con bolli azzurri permette di godere di panorami superlativi sui 4000 delle Alpi in particolare sul vicino Monte Rosa.
    Inizia a Piedicavallo e termina a San Carlo o, più a valle, Bagneri di Muzzano.
    In tutto 5 tappe che richiedono tecniche alpinistiche di base.
    Dislivello in salita di circa 4400 metri.
    https://www.montagnabiellese.com/alta-via-alpi-biellesi/
  1. Alta Via dell’Ossola (da Rifugio a Rifugio – AVO)
    Suddivisa in Nord e Sud collega diversi rifugi posti nel versante occidentale dell’Ossola.
    L’Alta Via dell’Ossola Nord parte da Domodossola e arriva in 7 giorni e quasi 7000 m. di dislivello in Val Formazza, patria del formaggio Bettelmatt.
    Il percorso si attesta fra i 1600 e i 2600 m. di quota attraverso Val Bognanco, Val Divedro, Alpe Veglia, Alpe Devero e Val Formazza.
    E’ strutturata in modo da poter partire da più punti potendo così effettuare trekking più corti.
    L’Alta Via dell’Ossola Sud inizia da Piedimulera poi attraversa Valle Anzasca, al cospetto del Monte Rosa, Valle Antrona e Val Bognanco sfiorando i 2900 m. di quota.
    Quasi 5000 m. di dislivello suddividibili fino a 4 tappe con numerose varianti.
    http://www.rifugidellossola.it/alta-via-dellossola-nord/
  1. Cammino della Gran Madre
    Percorso attraverso il biellese nordorientale, fra la Valsessera e la Valle Mosso, che collega i più importanti luoghi di culto dedicati alla Madonna Nera
    155 km e circa 5000 metri di dislivello positivo suddivisi in 9 tappe.
    Si sviluppa a quote piuttosto basse per cui è percorribile gran parte dell’anno.
    https://camminodellagranmadre.blogspot.com/
  1. Giro del Marguareis
    Itinerario escursionistico in 5 tappe nel Parco Naturale del Marguareis fra i massicci del Marguareis e del Mongioie, i più importanti delle Alpi Liguri.
    Dislivello complessivo del percorso di circa 3500 metri.
    Nonostante si svolga nell’area più a sud del Piemonte è possibile trovare neve fino a stagione inoltrata.
    https://www.alpicuneesi.it/percorsi/girodelmarguareis/index.htm
  1. Grande Sentiero del Roero (S1)
    Facile trekking di 2 giorni che percorrecon numerosi saliscendi la dorsale delle Rocche collegando 8 borghi.
    Lungo circa 40 km e 1000 metri di dislivello ha come località di partenza Bra (prov. di Cuneo) e termina a Cisterna d’Asti (prov. di Asti).
    https://www.ecomuseodellerocche.it/it/sentieri/20/s1-grande-sentiero-del-roero
  1. Grande Traversata del Biellese (GtB)
    Lungo itinerario escursionistico ad anello con partenza e arrivo presso il Santuario di Oropa.
    Si suddivide in 15 tappe con una lunghezza complessiva di 234 km e oltre 7000 m. di dislivello.
    Percorre il territorio biellese a medio-bassa quota ed è indicato con segnavia metallici gialli a sezione triangolare riportanti il logo GtB.
    https://www.atl.biella.it/trekking/gtb-itinerario
  1. Grande Traversata della Collina (GTC)
    Percorso di 65 km che si sviluppa nella provincia di Torino unendo Moncalieri a Chivasso e superando l’area collinare ad est della città di Torino.
    La quota massima viene raggiunta al Colle della Maddalena (q. 715 m.) e il dislivello totale in salita è di circa 1500 metri.
    L’itinerario attraversa diverse aree protette ed ha il punto di maggior interesse nella Collina di Superga.
    E’ marcato con segni rossi e bianchi e la scritta GTC.
    http://www.areeprotettepotorinese.it/itinerari-dettaglio.php?id_iti=1885
  1. Grande Traversata delle Alpi (GTA)
    Oltre 1000 km da Ormea, alta Val Tanaro (prov. di Cuneo) fino a Molini Calasca in Valle Anzasca (prov. Verbano-Cusio-Ossola) attraverso valli e passi.
    In parte si sovrappone alla Via Alpina.
    Per lo più frequentata da escursionisti tedeschi si suddivide in 55 tappe ma con 120 possibili posti tappa
    https://gtapiemonte.it/
  1. Gran Tour del Monviso (GTM)
    Spettacolare itinerario di alta quota intorno al “Re di Pietra” che ha partenza e arrivo ufficiali presso il Rifugio Barbara Lowrie.
    Si sviluppa fra cuneese, torinese e la francese valle del Guil normalmente suddividendo i circa 55 km e 4100 metri di dislivello del percorso base in 4 o 5 tappe. Sono possibili anche varianti e appendici che consentono di partire da punti differenti.
    https://piemonteoutdoor.it/it/attivita/escursionismo/gran-tour-del-monviso#
  1. Lou Viage
    Tragitto escursionistico ad anello che in 19 tappe, più alcune varianti, percorre entrambi i versanti della Valle Stura di Demonte (prov. di Cuneo) partendo da Borgo San Dalmazzo.
    Lou Viage significa “il viaggio” in lingua occitana ed è un percorso che a natura e montagna unisce storia, cultura e tradizione.
    L’itinerario base misura circa 180 km che diventano 240 con le varianti su sentieri, strade forestali e brevi tratti su strade secondarie.
    Raggiunge il suo culmine ai 2955 metri di quota del Monte Enciastraia.
    http://www.louviage.it/
  1. Orizzonte Monviso
    Percorso ad anello di quasi 75 km e 3400 metri di dislivello con partenza e arrivo da Sanfront (prov. di Cuneo), in Valle Po.
    Si sviluppa a quote comprese fra i 475 e 1560 metri con 7 tappe ufficiali riducibili di numero.
    La vista sul Monviso è accompagnata da aspetti culturali, artistici ed ambientali.
    https://www.visitpiemonte.com/it/esperienze-outdoor/percorsi/orizzonte-monviso
  1. Percorsi Occitani
    Lungo tour di 14 tappe intorno alla Valle Maira (prov. di Cuneo) con partenza da Villar San Costanzo.
    Possibilità di utilizzare uno sherpabus per il trasporto dei bagagli.
    Storia, cultura, architettura e tanta natura caratterizzano questo itinerario attraverso questa valle valdese.
    http://www.percorsioccitani.com/
  1. Sentiero Balcone della Val di Susa
    Itinerario ad anello suddiviso in 10 tappe con partenza dalla località Pradonio, presso Susa (prov. di Torino) e arrivo a Meana di Susa attraverso l’alta valle.
    Circa 7500 metri di dislivello e 160 km di lunghezza lungo sentieri e mulattiere.
    Si sviluppa prevalentemente a mezza costa offrendo punti di vista privilegiati su fondovalle e le montagne che circondano la Val di Susa.
    http://www.sentierobalcone.it/
  1. Sentiero delle Fortificazioni
    Percorso per esperti di grande valore storico e paesaggistico fra la Valle Grana e la Valle Maira (prov. di Cuneo) non lontano dal confine con la Francia.
    Sono 4 tappe e 66 km quelli che dividono il Bivacco Carmagnola, punto ufficiale di avvio, al Santuario di Castelmagno, termine della traversata. Il dislivello positivo è di 3665 m. mentre quello negativo è di 4760 m.! A tutto questo c’è da aggiungere la salita ai 2840 metri del Bivacco Carmagnola che non è compresa nello sviluppo ufficiale dell’itinerario.
    https://www.piemonteoutdoor.it/it/attivita/escursionismo/sentiero-delle-fortificazioni#
  1. Sentiero Italia CAI (S.I.)
    Grandioso percorso di oltre 7000 km che attraversa tutta l’Italia da nord a sud, isole comprese, in circa 5000 tappe.
    Per lunghi tratti sfrutta il tracciato di altri itinerari a lunga percorrenza esistenti come la Grande Traversata delle Alpi, l’Alta Via dei Monti Liguri, la Grande Escursione Appenninica e il Sentiero dei Briganti.
    I capolinea sono Lazzaretto-Muggia (prov. di Trieste) e Reggio Calabria nella penisola, Messina e Trapani in Sicilia e Castiadas (prov. di Cagliari) e Santa Teresa di Gallura (prov. di Sassari) in Sardegna.
    In Piemonte segue, in buona parte, la Grande Traversata delle Alpi (GTA).
    https://sentieroitalia.cai.it/
  1. Tour dell’Ambin
    Itinerario escursionistico in 4 tappe fra Francia e Italia (prov. di Torino) nella zona del Monte Ambin e del Moncenisio, a nord della Val di Susa.
    Complessivamente sono 2400 metri di dislivello positivo.
    http://www.rifugiovaccarone.eu/tour-dellambin/
  1. Valle Bronda Trekking
    Percorso ad anello che si sviluppa a quota medio-bassa, tra i 310 e i 1165 metri, in questa vallata adiacente a quella del Fiume Po, non lontano da Saluzzo (prov. di Cuneo).
    Si divide in 2 o 3 tappe per totali 31 km e 1600 metri di dislivello.
    https://www.visitpiemonte.com/it/esperienze-outdoor/percorsi/valle-bronda-trekking
  1. Valle Varaita Trekking
    Un lungo itinerario alla scoperta di tutta la Valle Varaita (prov. di Cuneo).
    Il percorso intero inizia a Piasco per terminare alla vicinissima Castigliole. In mezzo ci sono 12 tappe con ben 7500 metri di dislivello positivo. Ma il percorso è facilmente modificabile a piacimento tagliando alcune porzioni e compiendo anelli molto più corti e meno impegnativi, magari camminando nell’alta valle in estate e nella media e bassa valle in altre stagioni.
    http://vallevaraitatrekking.it/

One Reply to “Trekking in Piemonte”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *