Monte Fiocca da Arni

Monte Fiocca da Arni

Panoramica escursione sui sentieri che da Arni raggiungono il Monte Fiocca, cima delle Alpi Apuane non troppo frequentata.

Monte Sumbra Passo Fiocca
Monte Sumbra e Passo Fiocca

La traccia è stata disegnata manualmente e potrebbe presentare imperfezioni e/o inesattezze.

Clicca su “Maggiori informazioni” per più dati (profilo altimetrico compreso) e per scaricare la traccia.


MAPPA DI LOCALIZZAZIONE


SINTESI DESCRIZIONE:

Da Arni si imbocca il sentiero 144 che si inerpica sul fianco del Monte Fiocca con panorama via via più esteso.
Con un lungo traverso si raggiunge il Malpasso e si cala, con l’ausilio di un cavo, nella conca del Fatonero.
Attraversata l’omonima fitta faggeta, tagliando ancora il ripido pendio si perviene alla Foce Contapecore in splendida posizione di fronte al Monte Sumbra.
Ancora in salita si giunge al Passo Fiocca poi, abbandonando per un breve tratto il tracciato segnalato, alla vetta del Monte Fiocca con bella vista su tutto il territorio circostante.

Recuperato il sentiero 144, si attraversa l’erto versante settentrionale del Fiocca. Non mancano brevi tratti esposti, alcuni attrezzati con cavi.
Tornati ad affacciarsi sulla vallata della Turrite Secca si cala dlcemente fino a Passo Sella poi, seguendo la lunga strada marmifera, si ritorna ad Arni.

Alpi Apuane Passo Sella sentiero 144
Verso Passo Sella

DESCRIZIONE COMPLETA:

Arni, piccola località chiusa dall’anfiteatro alpestre costituito dalle dorsali dei monti Macina, Sella e Fiocca.
Lasciate le auto a poca distanza dalla fermata del bus (q. 920 m. circa), percorriamo, in leggera salita, la pubblica via con l’aguzza punta del Monte Macina sullo sfondo.
Dopo alcune decine di metri svoltiamo, sempre su asfalto, imboccando il percorso 144 verso Passo Fiocca.

Giunti al termine di un gruppo di case, lasciamo l’asfalto per salire una scalinata che presto diviene sentiero.
L’ascesa è molto ripida e, in fretta, la vista inizia a spaziare sulla vallata mentre le case di Arni si fanno sempre più lontane.

Monte Macina
Vista verso il Monte Macina

In alcuni punti il tracciato è talmente erto che può capitare di appoggiare le mani.
Raggiunta, presso la Focetta (q. 1141 m.), una dorsale la seguiamo continuando incessantemente a guadagnare quota. A sud-est il profilo del Monte Freddone precede il Corchia e il gruppo delle Panie.

sentiero 144 Arni Monte Fiocca
In salita lungo il sentiero 144

Segue poi un lungo traverso che, tagliando le asperità del pendente versante meridionale del Monte Fiocca, ci conduce al Malpasso (q. 1444 m.), splendido punto panoramico sulla valle della Turrite Secca e sui rilievi circostanti. Da una parte emerge la particolare sagoma del Monte Sumbra. Sul lato opposto il Mar Ligure fa da cornice alle penisole di Bocca di Magra e Portovenere e le isole Palmaria e del Tino.

Monte Sumbra dal Malpasso
Monte Sumbra dal Malpasso

Scendiamo sul versante opposto, nella conca di Fatonero, dove un breve tratto di cavo d’acciaio rende più sicuro il percorso.
Procediamo ancora attraversando lo scosceso pendio lungo un’esile traccia.

Conca Fatonero sentiero 144
Conca di Fatonero

Di nuovo un cavo d’acciaio è d’ausilio nel superare delle inclinate lastre rocciose poi, passata un’altra breve asperità, entriamo nella fitta faggeta del Fatonero.

tratto attrezzato sentiero 144 Arni
Tratto attrezzato sul sentiero 144

Oltrepassato un piccolo fosso usciamo dalla vegetazione. Notevole la vista sulla Pania della Croce poi verso il Tirreno.

Mantenendoci in quota percorriamo trasversalmente tutta l’erbosa conca fino a giungere alla Foce Contapecore (q. 1460 m.), ormai in faccia al Sumbra.

Mar Tirreno vista
Vista sul Mar Tirreno

Risaliamo la successiva valletta e, con tratto finale su di una lastra marmorea, arriviamo a Passo Fiocca (q. 1550 m.), sella posta sul crinale che collega i monti Fiocca e Sumbra e affacciata sul Lago di Vagli, oggi desolantemente semi asciutto a causa delle scarse precipitazioni degli ultimi mesi.

Passo Fiocca
Salita a Passo Fiocca

Sempre seguendo il sentiero 144, risaliamo la dorsale est del Monte Fiocca.
Ad una secca curva del tracciato contrassegnato in bianco e rosso, lo abbandoniamo momentaneamente per continuare lungo l’ampia ed erbosa dorsale fino a raggiungere la vetta (q. 1714 m.).

Monte Fiocca
Ascesa finale al Monte Fiocca

Le nuvole ci sfiorano coprendo, ora, le cime più alte ma la visuale rimane magnifica. Dietro il Monte delle Tavole, appena ad oriente del Monte Altissimo, si nota l’isola di Gorgona. In condizione di migliore visibilità la vista si estenderebbe fino alla Corsica.

Monte Fiocca vista
Vista verso il Tirreno con l’isola di Gorgona

Torniamo sui nostri passi fino a ricollegarci al sentiero 144 che seguiamo in discesa verso nord (sinistra).
Proseguiamo a perdere quota sui ripidi prati che coprono il versante settentrionale del Fiocca.

Superato un tratto esposto la discesa termina.
Ci inoltriamo tra i faggi uscendone in corrispondenza di una paretina rocciosa, anch’essa esposta, da risalire appoggiandosi con le mani, al termine della quale è presente un altro cavo.

sentiero 144 Monte Fiocca
Salendo fra rocce ed erba

Una faticosa salita ci conduce ad una selletta (q. 1539 m.) oltre la quale, affacciati sulla valle della Turrite Secca, procediamo con comodo percorso in direzione del Passo Sella e dell’omonimo monte.

Passo Sella Alpi Apuane
Passo Sella

Giunti sul valico, abbandoniamo il sentiero 144 per scendere, con il tracciato 31, alla vicina strada marmifera che seguiamo lungamente in discesa mentre le case di Arni, lentamente, si avvicinano.

Fra gli scavi delle cave, ci inoltriamo nella stretta vallata alla base dell’impervio versante orientale del Monte Fiocca ritornando ad Arni.

Strada marmifera Arni Passo Sella
Scendendo per la marmifera

DATI ITINERARIO:

  • Escursione effettuata nel Novembre 2022
  • Durata*: 6h00′
  • Tempi progressivi*: Arni – Passo Fiocca (2h20′) – Monte Fiocca (2h40′) – Passo Sella (4h20′) – Arni (6h00′)
    *I tempi inseriti sono puramente indicativi e corrispondono a quanto indicato nella segnaletica presente in loco integrata, quando assente, da quanto da me impiegato.
  • Dislivello: +1000 m./ -1000 m.
  • Difficoltà: EE (Escursionisti Esperti)
  • Carta escursionistica: 4Land n. 200 – Alpi Apuane 1:25000
  • Accesso: Da Lucca raggiungere Pietrasanta (o uscita Versilia dell’autostrada) poi proseguire per Castelnuovo di Garfagnana. Non molto oltre aver superato la galleria del Cipollaio, deviare a sinistra per Arni.
    Da Massa procedere in direzione di Castelnuovo di Garfagnana, superare il Passo del Vestito e scendere ad Arni.
  • Trasporto pubblico: Treno fino a Castenuovo Garfagnana (linea Aulla-Lucca) o Pietrasanta (linea Pisa-Genova) poi bus Autolinee Toscane – Extraurbani Lucca fino ad Arni (linea E36).
    (https://www.ferrovia-lucca-aulla.com/) (https://www.trenitalia.com/)
    (https://www.at-bus.it/it/orari.html#modTimetables_collapseExtraUrbanLine)

COMMENTI E NOTE:

  • Percorso vario e panoramico. Solo la parte finale lungo la strada marmifera può risultare un po’ monotona.
  • Alcuni passaggi esposti e/o piuttosto esili richiedono passo sicuro e assenza di vertigini.
  • La tipologia di itinerario richiede adeguato un grado di allenamento. In particolare, la prima parte è veramente ripida e faticosa e, comunque, solo il tratto finale da Passo Sella ad Arni può risultare rilassante.
  • L’escursione potrebbe essere svolta anche nel senso opposto ma, personalmente, ritengo sconsigliabile tale scelta sia perchè risulterebbe più duraturo il cammino lungo il tratto per la meno panoramica strada di cava, sia in quanto la discesa risulterebbe veramente ripida e maggiormente impegnativa.
  • Non è possibile ridurre il percorso se non evitando l’ascesa finale al Monte Fiocca, risparmiando circa 20′.

Hai mai effettuato questo percorso?
Vuoi qualche informazione in più oppure vuoi segnalare, aggiungere o correggere qualcosa?
Ti invito a commentare o a contattarmi!

2 Replies to “Monte Fiocca da Arni”

  1. Gentile Simone,
    Grazie per le bellissime proposte di escursioni che sempre ci invia con la cura di ogni dettaglio.
    È possibile fare tali percorsi insieme a lei, quando li organizza?
    Grazie! Un caro saluto

    1. Ciao Alessandra, perdonami ma tra frequentatori di sentieri mi viene più spontaneo che ci si dia del tu…
      Ti ringrazio per la apprezzata richiesta ma, come ogni tanto mi capita di dire, non organizzo escursioni dato che la mia professione è tutt’altro (purtroppo!).
      Cerco giusto di dare degli spunti per escursioni (che ognuno potrà anche rimodulare) e qualche conoscenza per soddisfare delle curiosità andando a pubblicare alcune delle mie esperienze.
      Spero tu decida di continuare a seguirmi anche se non potrò soddisfare la tua richiesta.

      Buone escursioni,
      Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email per rimanere aggiornato/a sulle novità del sito e avere informazioni aggiuntive.
Iscriviti alla Newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email per rimanere aggiornato/a sulle novità del sito e avere informazioni aggiuntive.
icon