La Croda Rossa (Rotwand) da Passo Stalle

La Croda Rossa (Rotwand) da Passo Stalle

Itinerario ad anello sui sentieri dell’alta valle di Anterselva, dal Passo Stalle, ai confini con l’Austria, fino a raggiungere la panoramica vetta della Croda Rossa (Rotwand).

Croda Rossa Rotwand
Croda Rossa

Guarda la traccia del percorso sulla mappa di Google.

La traccia è stata disegnata manualmente tramite Viewranger e potrebbe presentare imperfezioni e/o inesattezze.


MAPPA DI LOCALIZZAZIONE


DESCRIZIONE:

Partenza dai 2052 metri del Passo Stalle, testata della Valle di Anterselva sul confine italo-austriaco.
Intorno numerose cime sopra i 2500 metri con punte che superano abbondantemente i 3000.
Appena di là dal confine l’Obersee (Lago Ober), nel versante italiano,  a poco più di 2 km di distanza, il lago di Anterselva col vicino stadio del biathlon, tappa mondiale di questa disciplina invernale.

Passo Stalle
Passo Stalle

Mi incammino lungo il sentiero 7 diretto alla Croda Rossa (Rotwand) inizialmente con pendenza modesta.

Raggiungo velocemente il bivio con il sentiero 53 che si inoltra in Austria.

Mantenendomi sul tracciato 7, dopo un bel tratto panoramico sulle Vedrette di Ries, mi infilo in una vallettina affiancando lo Stallerbach (Rio Stalle). Davanti la lunga dorsale nord-est della Croda Rossa.

Verso la Croda Rossa Rotwand

Presso la testata della piccola conca arrivo al bivio fra i percorsi 7 e 7A, entrambi diretti sulla Croda Rossa e che utilizzerò per compiere il mio anello.
Procedo in senso orario (segnavia 7) svoltando a sinistra evitando così di attraversare il ruscello immediatamente. Lo supero invece dopo alcune centinaia di metri risalendone poi la relativa piccola valle prativa punteggiata da numerosi sassi.

Il Monte Collalto (q. 3436 m.), più alta vetta delle Vedrette di Ries, spunta oltre la dorsale della Croda Rossa.

Continuo a risalire senza troppa fatica i pascoli della Agsttal chiusa ad ovest dalla catena Monte Regola(Regelspitze)-Hinterbergkofel quasi costantemente sopra i 2700 metri.

La valle si allarga sempre di più.

Croda Rossa Rotwand Agsttal
Risalendo la Agsttal verso la Croda Rossa

Mi lascio un lago-torbiera sulla destra.
La pendenza è lieve, il cammino piacevole su sentiero piuttosto comodo.
Lasciato a sinistra il sentiero 10 diretto alla Forcella di Monte Regola (Hexenscharte), affianco altri piccoli laghetti mentre l’antica morena glaciale diviene praticamente pianeggiante.

Agstall
Il bivio fra i sentieri 7 e 10

La Croda Rossa, sullo sfondo, emerge a malapena dalle cime circostanti.
Aumenta la presenza di pietre nel terreno e compaiono numerose chiazze di neve.
Avvicinandomi alla vetta la pendenza inizia ad aumentare.

Con una rampa fra i detriti raggiungo la cresta finale. Le rocce sfumano dal grigio al rossastro e l’erba è ormai poca.

Risalgo i pochi metri sul ripido fondo roccioso e scalinato ed eccomi al fianco della croce di vetta (q. 2818 m.).

Croda Rossa Rotwand vetta
La Croda Rossa

Il panorama è ampissimo a 360°. A est e nord la Valle di Anterselva e le Vedrette di Ries, a sud, oltre la Val Pusteria, le Dolomiti, oltre il confine gli Alti Tauri con il Grossglockner in lontananza.

Croda Rossa Rotwand Vedrette di Ries
La Valle di Anterselva e le Vedrette di Ries

Per il ritorno seguo ancora il sentiero 7 ma in direzione della Kapaire Alm (ovest) scendendo per una pietraia e, dopo circa 5’, devio a destra lungo il sentiero 7A.
La discesa fra le pietre continua ripida e richiede molta attenzione a posizionare i piedi nei posti giusti.
Sotto di me la parte superiore della Hintermontal, una distesa di detriti.

Croda Rossa Rotwand sentiero 7A
In discesa lungo il sentiero 7A

La pendenza lentamente diminuisce e inizia ad apparire anche l’erba. Oltre il solco della valle di Anterselva fanno bella mostra di sé il Monte Collalto e le montagne limitrofe anche se le nuvole ne ricoprono le cime.

Appaiono anche i primi rododendri mentre il sentiero diviene più facile.
Continuo così a scendere in un ambiente piacevole.
Dopo aver perso quasi 800 metri di quota raggiungo l’incrocio con il sentiero 7B presso l’Obere Steinzgeralm (q. 2076 m.).

Vedrette di Ries
Scendendo lungo il sentiero 7A con il Monte Collalto sullo sfondo

Continuando lungo l’itinerario 7A, inizio a risalire un costone erboso.
Sono 200 metri di dislivello da superare ma dopo la lunga discesa precedente questo cambio di ritmo si fa sentire.
Si vede quasi tutto il tragitto che ho percorso per scendere dalla Croda Rossa.

Dall’ampio pianoro acquitrinoso che costituisce la sommità della dorsale, inizio a scendere con bella vista su Obersee, Almerhorn e Staller Alpe.

Obersee Staller Alm
Vista sulla Staller Alpe e l’Obersee

Giunto all’incrocio con il sentiero 7, riprendo il percorso dell’andata e in poco più di 1 km sono nuovamente a Passo Stalle.

DATI ITINERARIO:

  • Escursione effettuata nel luglio 2014
  • Durata*: 4h40′
  • Tempi progressivi*: Passo Stalle – Croda Rossa (2h20′) – Bivio sentieri 7A/7B (3h45′) – Passo Stalle (4h45′)
  • *I tempi inseriti corrispondono a quanto presente nella segnaletica posizionata in loco e sono puramente indicativi.
  • Dislivello: +1000 m. / -1000 m.
  • Difficoltà: EE (Escursionisti Esperti) (E-Escursionistica la salita alla Croda Rossa lungo il sentiero 7)
  • Carta escursionistica: Tabacco n. 032 – Valle di Anterselva e Casies – scala 1:25000
  • Accesso: Dall’uscita autostradale di Bressanone proseguire lungo la Val Pusteria (direzione San Candido) fino a oltrepassare Brunico. Superato Nove Case svoltare a sinistra per Passo Stalle e proseguire fino al valico.
    Gli ultimi km sono a senso unico alternato regolato da un semaforo.
  • Trasporto pubblico: Autobus da Bressanone via Brunico fino al Lago di Anterselva oppure treno fino alla stazione di Valdaora-Anterselva poi autobus fino al Lago di Anterselva (https://www.sii.bz.it/it).

COMMENTI E NOTE:

  • Piacevole salita ad una cima molto panoramica con bellissima vista a 360° dalle Dolomiti agli Alti Tauri con le Vedrette di Ries sempre in primo piano.
  • La salita è piuttosto semplice fino al tratto finale non difficile ma che richiede passo sicuro. La discesa sul versante opposto è riservata a chi possiede passo sicuro in quanto il tratto iniziale è piuttosto ripido e su detriti instabili.
    Visto il dislivello da superare è comunque richiesto un buon allenamento.
  • Per limitare le difficoltà e/o velocizzare il tragitto, dalla vetta si torna indietro sul percorso dell’andata. In questo caso il dislivello si riduce di circa 200 metri.
  • Il percorso può essere affrontato anche in senso opposto superando il ripido tratto instabile in salita anche se risulta più bello nel senso descritto.

Hai mai effettuato questo percorso?
Vuoi qualche informazione in più oppure vuoi segnalare, aggiungere o correggere qualcosa?
Ti invito a commentare o a contattarmi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *