Campiglia-Schiara-Monesteroli-Fossola: anello nelle terre di Tramonti

Campiglia-Schiara-Monesteroli-Fossola: anello nelle terre di Tramonti

Monesteroli scala grande
Monesteroli, La Scala Grande

Escursione molto panoramica nelle terre di Tramonti di Campiglia e Biassa passando da Schiara, Monesteroli (con la famosa scalinata) e Fossola. Un’area meno frequentata del Parco Nazionale delle Cinque Terre.


Guarda la traccia del percorso sulla mappa di Google

La traccia è stata disegnata manualmente tramite Viewranger e potrebbe presentare imperfezioni e/o inesattezze.


MAPPA DI LOCALIZZAZIONE


DESCRIZIONE:

Mancano pochi minuti alle 9 quando arriviamo a Campiglia (q. 401 m.). Parcheggiamo nel piazzale sterrato gratuito posto appena prima del paese. C’è ancora ampio spazio.

In pochi istanti siamo nel centro del paese. Bar e Alimentari sono piuttosto affollati. Ci sono vari gruppi di escursionisti anche nella piazzetta panoramica affacciata sul mare.

Anello Campiglia-Schiara-Monesteroli-Fossola - panorama da Campiglia
Panorama dalla piazzetta di Campiglia

E’ il primo di maggio, il clima è perfetto. Molte persone hanno pensato di passare la giornata in questa zona. Siamo nel Parco Nazionale delle Cinque Terre anche se piuttosto defilati dai 5 paesi più famosi. Campiglia si trova lungo il frequentato itinerario che collega Portovenere e Riomaggiore.

La nostra intenzione sarà quella di compiere un’escursione ad anello cercando di limitare il più possibile i sentieri affollati. Ci riusciremo solo in parte. Camminando fra le meno note sesta e settima terra, Tramonti di Campiglia e Biassa, raggiungeremo le località di Schiara, Monesteroli e Fossola.

Partiamo in leggera discesa lungo il sentiero 535/Sentiero Liguria, oggi piuttosto frequentato.

Anello Campiglia-Schiara-Monesteroli-Fossola - Schiara dall'alto
Schiara

Lo percorriamo per quasi 500 m. fino ad imboccare a sinistra un sentiero in discesa. La deviazione non è segnalata. In mappa il tracciato è denominato 504C ma lungo tutto il suo percorso non vedremo un segnavia. Si tratta di un antico sentiero scalinato che ripidamente perde quota e il cui stato di conservazione non è ottimale. Avvolto dalla vegetazione, a tratti scivoloso, spesso corre fra muretti di pietra perpendicolarmente ad antichi terrazzamenti abbandonati da decine di anni.

Anello Campiglia-Schiara-Monesteroli-Fossola - Scendendo il sentiero 504C
Lungo il 504C

Non è certo impossibile imboccare la traccia sbagliata. Ricordo la prima volta che passai di qua, più volte mi vennero dubbi su quale fosse la corretta via e dovetti controllare anche diverse deviazioni.

Dopo aver perso circa 200 m. di quota, appaiono le prime case della località Costa.

Anello Campiglia-Schiara-Monesteroli-Fossola - Verso Schiara
Schiara

Il versante è piuttosto ripido. Si cammina lungo terrazzamenti paralleli al mare che schiuma 200 m. più in basso.

Più volte si sfiorano le porte degli edifici o si sale e scende da terrazzi coltivati. Capita di pensare di aver sbagliato sentiero.
Dal momento in cui abbiamo abbandonato il Sentiero Liguria non abbiamo più incontrato nessuno. Ma presto arriviamo a Schiara.

Siamo nella cosiddetta terra di Tramonti di Biassa. Cinque sono le terre che hanno goduto di sviluppo e fama, raggiunte nel 1874 dalla ferrovia. La costa di Tramonti mantiene invece un fascino più selvaggio ed è decisamente meno accessibile.

Schiara è composta da tante piccole casette disposte lungo il pendio e lungo la strada pedonale (segnavia 504).
Non c’è una strada asfaltata che le collega L’unica via carrozzabile si ferma almeno 100 m. di quota più in alto.

Scendiamo  un po’ fino alla chiesetta della borgata e alle case inferiori.

La chiestaa di Schiara
La chiesetta di Schiara
Verso il porticciolo di Schiara
Verso il porticciolo di Schiara, con le isole Palmaria e Tino sullo sfondo

Per arrivare al mare bisognerebbe scendere altri 150 m. ma dopo ci aspetta la discesa a Monesteroli e preferiamo mantenere le energie.

Ritorniamo sui nostri passi. Giungiamo all’incrocio con il sentiero 504C proprio mentre arriva un gruppetto di 4/5 ragazzi, quasi increduli di aver trovato la via d’uscita. Risaliamo la mulattiera lastricata (segnavia 504) fra belle aree coltivate fino ad incrociare la strada carrozzabile.

Risalendo da Schiara
Risalendo la mulattiera da Schiara (segnavia 504)

La seguiamo in salita fino ad un tornante. Abbandonata la strada riprendiamo il Sentiero Liguria/535 e in breve tempo siamo alla fontana di Nozzano, realizzata in pietra arenaria nel 1805 dall’esercito napoleonico.

Anello Campiglia-Schiara-Monesteroli-Fossola - Fontana di Nozzano
La fontana di Nozzano

Lasciamo il Sentiero Liguria/504 e proseguiamo in piano per il sentiero 535. Al successivo incrocio con il tracciato 536 le persone aumentano considerevolmente. Si inizia la discesa verso Monesteroli lungo gli oltre 1000 gradini della cosidetta “Scala Grande”, probabilmente la scalinata più famosa del Parco Nazionale delle Cinque Terre.

Scala Grande e Monesteroli
La Scala Grande e Monesteroli

Circa 500 m. dopo il sentiero 535 devia a destra. Ritorneremo in questo punto più tardi.
Continuiamo la discesa. C’è molta gente, escursionisti improvvisati, italiani e stranieri. La pendenza sfiora il 100% e la scalinata è larga ma a tratti sembra sospesa nel vuoto e chi ne ha paura procede a rilento. Qualcuno scende quasi seduto a terra, altri salgono a gattoni. Gli altri si godono il grande fascino del territorio. Molti si fermano alle prime case dell’antico borgo.
La vista sulla costa è fantastica.

Anello Campiglia-Schiara-Monesteroli-Fossola - La costa fino a Punta Mesco
La costa fino a Punta Mesco
Anello Campiglia-Schiara-Monesteroli-Fossola - Risalendo la Scala Grande
La Scala Grande

Oltrepassato il minuscolo borgo la scalinata porta al mare, unica via d’accesso “rapida”.
Il tempo di mangiare qualcosa e risaliamo gli innumerevoli scalini.

Stavolta deviamo lungo il sentiero 535 che in piano conduce a Fossola.
E’ un tratto estremamente piacevole. Poche persone e un’esplosione di colori.

Camminando verso Fossola
Verso Fossola

Attraversiamo Fossola e per l’ennesima scalinata raggiungiamo le case superiori a cui accede anche la strada asfaltata.

La chiesetta di Fossola
La chiesetta di Fossola

Tramite il sentiero 534 risaliamo il costone giungendo al Valico di Sant’Antonio (q. 508 m.) dove una chiesetta è stata trasformata in bar (apertura stagionale) con piacevole area all’aperto.

Anello Campiglia-Schiara-Monesteroli-Fossola - Valico di Sant'Antonio
La chiesetta di Sant’Antonio

Percorriamo velocemente l’ampia dorsale. Il tracciato è ampio e comodo. Privo di pendenze eccessive. La visuale purtroppo limitata dalla vegetazione. Siamo lungo l’Alta Via delle 5 Terre.

Dopo essere saliti fino a sfiorare la sommità di Rocca Storti scendiamo fino a rientrare a Campiglia.

 Scendendo a Campiglia
Scendendo a Campiglia

DATI ITINERARIO:

  • Escursione effettuata nel Maggio 2019
  • Durata*: 5h15′ (pausa pranzo esclusa)
  • Tempi progressivi*: Campiglia – Schiara (1h00′) – Monesteroli (2h25′) – Fossola (3h45′) – Valico di Sant’Antonio (4h25′) – Campiglia (5h15′)
  • *I tempi inseriti corrispondono a quanto da me impiegato e sono puramente indicativi.
  • Dislivello: +750 m./ -750 m.
  • Difficoltà: E (Escursionistica)
  • Carta escursionistica: Geo4map n. 21 – Cinque Terre Golfo della Spezia 1:25000
  • Accesso: Da La Spezia prendere la strada per Portovenere e poi deviare a destra per Campiglia.
  • Trasporti pubblici: Autobus da La Spezia (https://www.atcesercizio.it/index.php/it/)

COMMENTI E NOTE:

  • Il percorso è molto panoramico. A mio parere una chicca all’interno del Parco.
  • E’ necessario avere un certo grado di allenamento per compierlo completamente. Ci sono moltissimi scalini da affrontare tanto in salita come in discesa ma questa è una caratteristica di gran parte dei percorsi della costa delle Cinque Terre.
  • Il tragitto può essere problematico per chi abbia molta paura del vuoto perchè, oltre alla scalinata di Monesteroli, spesso si transita lungo stretti terrazzamenti.
    Alcuni tratti del percorso sono a rischio di chiusure temporanee per danni causati dal maltempo per cui è consigliabile controllare lo stato dei sentieri nell’apposito spazio presente nel sito del Parco.
  • In caso di chiusura del sentiero 535 fra la scalinata di Monesteroli e Fossola, volendo completare un percorso ad anello, si risale tutto il sentiero 536 fino all’innesto con il tracciato 504 che si segue in direzione del Valico di Sant’Antonio raggiunto il quale si torna nel percorso descritto.
  • La discesa lungo il sentiero 504C è evitabile continuando lungo il Sentiero Liguria/535 fino al bivio con il tracciato 504. A questo punto si può decidere se scendere a Schiara lungo quest’ultimo, risalendo per la medesima via, oppure proseguire direttamente per la fontana di Nozzano saltando la località e accorciando il percorso.

Altre escursioni pubblicate in zona:


Hai mai effettuato questo percorso?
Vuoi qualche informazione in più oppure aggiungere qualcosa?
Ti invito a commentare o contattarmi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *