Da Chiavari alla Madonnetta

Da Chiavari alla Madonnetta

Escursione ad anello per sentieri lungo il crinale che da Chiavari sale a Maxena e verso Montallegro fin oltre il Monte Anchetta per poi scendere passando dal Santuario della Madonnetta, posto sopra Zoagli.

Portofino Zoagli Anchetta Sentiero Liguria
Uno sguardo verso il promontorio di Portofino

Guarda la traccia del percorso sulla mappa di Google.

La traccia è stata disegnata manualmente tramite Viewranger e potrebbe presentare imperfezioni e/o inesattezze.


MAPPA DI LOCALIZZAZIONE


DESCRIZIONE:

Uscito dalla stazione ferroviaria seguo la Via Aurelia verso ovest (sinistra) fino all’incrocio con via Millo dove svolto in direzione di Leivi.

chiavari nostra signora dell'orto
Chiavari, Nostra Signora dell’Orto


Procedendo sempre diritto, oltrepasso il viadotto autostradale.

Giunto alla chiesa di San Pier di Canne, svolto a fianco del Rio di Campodonico e inizio a salire lungo Via per Maxena.

Qui inizia il “Giro del Monte Telegrafo”, escursione un poco più breve di quella che ho in programma oggi.
Il “giro” è ben indicato con segnavia (due striscie bianco-rosse) e nella prima parte coinciderà con il mio percorso.

Procedo inizialmente lungo la strada asfaltata seguendo sia i segnavia bianco-rossi del “giro” che il doppio quadrato vuoto rosso del tracciato per il Santuario di Montallegro e le indicazioni del Sentiero Liguria (SL).

Dopo poche centinaia di metri, svolto a destra su ripida scalinata (indicazione “Strada pedonale per Montallegro”).
Guadagno faticosamente quota mentre il percorso comincia ad essere meno chiuso.

Chiavari Sentiero Liguria pilastrino votivo
Pilastrino votivo salendo a Maxena

Inizio a vedere la chiesa di Maxena, i vicini rilievi e il mare.
Lungo la salita incontro alcuni pilastrini votivi mentre il fondo su cui cammino cambia più volte.

Sempre seguendo i segnavia arrivo al piazzale della chiesa di Maxena.

Chiavari Maxena Sentiero Liguria
La chiesa di Maxena

Qui imbocco il sentiero alla destra del cimitero continuando la salita tra ulivi e muretti a secco mentre il cielo non accenna a schiarirsi e cade una leggera pioviggine che rende i tratti pavimentati e le pietre particolarmente scivolosi.

Altri pilastrini votivi ornano i muri a secco di alcuni edifici.

pilastrino votivo Sentiero Liguria Chiavari
Altro pilastrino votivo lungo il sentiero per Montallegro

Nel bosco aggiro il Monte Castello rimanendo sul versante settentrionale raggiungendo così Case Costa (q. 308 m.) dove è presente una fontana.

Dopo un tratto senza particolare pendenza, arrivo al bivio per San Lorenzo.
Io procedo in direzione di Montallegro con il sentiero che si impenna tra la rigogliosa vegetazione.

Sentiero Liguria Chiavari Montallegro
Segnavia al bivio per San Lorenzo

Al bivio fra il “Giro del Monte Telegrafo” e il Sentiero Liguria abbandono il primo continuando a salire (segnavia doppio quadrato vuoto rosso) fino alla cima della dorsale.

Ancora una sezione abbastanza pianeggiante mi conduce ad una stradina asfaltata che seguo in discesa aggirando a settentrione il Monte Anchetta.

Ritornato in prossimità della dorsale, devio in direzione della Madonnetta (segnavia T rovesciata).

mulattiera Madonnetta Zoagli
Primo tratto di discesa verso la Madonnetta

La visuale spazia verso il mare e le sottostanti case di Zoagli. Più distante c’è il promontorio di Portofino.

Dopo l’iniziale discesa, entrando nel bosco la bella mulattiera riduce la pendenza e comodamente raggiungo il piccolo Santuario della Madonnetta (q. 435 m.) datato XIX secolo, incrocio di più itinerari.

Zoagli Santuario della Madonnetta
Santuario della Madonnetta

Dal santuario mi avvio in discesa verso Sant’Andrea di Rovereto (segnavia T rovesciata) e in un minuto raggiungo già un bivio.
La storica mulattiera scende verso Zoagli mentre io seguo il meno pendente tracciato diretto a Chiavari (segnavia T rovesciata).

Il percorso è un po’ sconnesso.
Incrociato il cementato percorso che giunge da Zoagli e San Pietro, lo seguo perdendo quota e comodamente mi collego nuovamente al Giro del Monte Telegrafo (segnavia bianco-rosso) raggiungendo l’asfalto e le case superiori di Sant’Andrea di Rovereto.

Sant'Andrea di Rovereto sentiero Madonnetta Chiavari
In discesa verso Sant’Andrea di Rovereto

Una fontana all’interno di una nicchia di un alto muretto a secco mi consente di fare nuovamente il pieno d’acqua.

Dopo un facile tratto affacciato sull’entroterra, ritorno su sentiero nel bosco.

Sant'Andrea di Rovereto sentieri Madonnetta Chiavari
Comodo tracciato lungo la dorsale presso Sant’Andrea di Rovereto

Ad un bivio, abbandono il Giro del Monte Telegrafo per procedere in discesa lungo il collegamento con il Sentiero panoramico delle Grazie (segnavia doppio pallino bianco-rosso e T rovesciata) a cui giungo abbastanza velocemente.

bivio giro del Monte Telegrafo sentieri Chiavari
Bivio per il Sentiero delle Grazie

Si tratta di un itinerario ad anello.
In entrambe le direzioni arriverei a Chiavari.
Opto la direzione est (sinistra).

Dopo una prima sezione nel bosco, la vista si apre verso Chiavari, Lavagna e la parte più orientale del Golfo del Tigullio.

sentieri Chiavari Lavagna Punta Manara
Vista su Chiavari, Lavagna e Punta Manara

Il piacevole sentiero mi conduce a dei fabbricati circondati da una rinnovata area ricca di ulivi e fiori mentre due signori chiacchierano tranquillamente seduti davanti alla porta di casa.

fiori ulivi sentieri Chiavari
Fra fiori e ulivi lungo il Sentiero Panoramico delle Grazie

Continuo alternando sezioni fuori e dentro al bosco.
La traccia in alcuni brevi punti è piuttosto stretto e richiede un minimo di attenzione procedendo lungo qualche terrazzamento. Una distrazione potrebbe causare una caduta di un paio di metri.

sentiero panoramico delle Grazie Chiavari
Lungo uno stretto terrazzamento

Il Sentiero delle Grazie torna ad innestarsi nel Giro del Monte Telegrafo.
Seguendo i numerosi segnavia, perdo quota fino alla trafficata Via Aurelia che percorro in direzione di Chiavari (sinistra).
Alcune centinaia di metri decisamente brutte a fianco di auto e moto e, di fronte al Santuario di Nostra Signora dell’Olivo, imbocco la scalinata con cui scendo alle case di Chiavari.

Chiavari scalinata
Scendendo per scalinata a Chiavari

Incrociata una stradina, seguo i segnavia a doppia striscia bianco-rossa del Giro del Monte Telegrafo (via Descalzi) lasciando quelli del Sentiero delle Grazie.

Raggiunta via Fiume la attraverso continuando su via Descalzi.
Oltrepasso il torrente Rupinaro arrivando poi sull’ampia via Millo dove svolto a destra.
Con il percorso già effettuato all’andata in senso opposto, arrivo sulla via Aurelia e alla stazione dei treni.

DATI ITINERARIO:

  • Escursione effettuata nel Novembre 2019
  • Durata*: 4h35′
  • Tempi progressivi*: Chiavari stazione – San Pier di Canne (25′) – Maxena (1h00′) – Bivio Giro del Monte Telegrafo/Sentiero Liguria (1h45′) – Bivio Sentiero Liguria/T rovesciata (2h30′) – Madonnetta (2h50′) – Case superiori di Sant’Andrea di Rovereto (3h20′) – Chiavari stazione (4h35′)
  • *I tempi inseriti sono puramente indicativi e corrispondono a quanto indicato nella segnaletica presente in loco integrata, quando assente, da quanto da me impiegato.
  • Dislivello: +650 m./ -650 m.
  • Difficoltà: E (Escursionistica)
  • Carta escursionistica: Le Vie del Sale n. 4 (La Val Fontanabuona e i golfi Paradiso e Tigullio) – 1:25000
  • Accesso: Da Genova autostrada A12 verso La Spezia e viceversa da La Spezia con uscita a Chiavari. In auto conviene parcheggiare nella zona di San Pier di Canne accorciando un poco il percorso.
  • Trasporti pubblici: Da Genova o La Spezia in treno fino a Chiavari (https://www.trenitalia.com/)

COMMENTI E NOTE:

  • Percorso prevalentemente nel bosco con alcuni bei punti panoramici sia verso l’entroterra che in direzione del mare.
  • Non presenta difficoltà particolari ma è necessario un adeguato grado di allenamento
  • Non ci sono punti esposti. Un po’ di attenzione va tenuta lungo un tratto del Sentiero Panoramico delle Grazie percorrendo uno stretto terrazzamento.
  • L’itinerario può essere percorso indifferentemente in entrambi i sensi
  • E’ possibile accorciare il percorso seguendo il Giro del Monte Telegrafo (4h00′ complessive) evitando quindi di raggiungere la zona dell’Anchetta e il Santuario della Madonnetta.
  • Come già evidenziato nei “Dati itinerario” chi giungesse in auto potrebbe avere convenienza a parcheggiare nell’area di San Pier di Canne evitando di raggiungere il centro storico e riducendo il percorso di circa 1 km o poco più.

Altre escursioni pubblicate in zona:


Hai mai effettuato questo percorso?
Vuoi qualche informazione in più oppure vuoi segnalare, aggiungere o correggere qualcosa?
Ti invito a commentare o a contattarmi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *