Lago Avostanis dalla Casera Pramosio

Lago Avostanis dalla Casera Pramosio

Partenza dalla Casera Pramosio per il più breve e semplice percorso per raggiungere l’idilliaca conca in cui è posto il Lago Avostanis.

Lago Avostanis
Lago Avostanis

La traccia è stata disegnata manualmente e potrebbe presentare imperfezioni e/o inesattezze.

Clicca su “Maggiori informazioni” per più dati (profilo altimetrico compreso) e per scaricare la traccia.


MAPPA DI LOCALIZZAZIONE


SINTESI DESCRIZIONE:

Dalla Casera Pramosio, si segue lo stradello che sale in direzione del Lago Avostanis.
Tagliando le pendici dei rilievi che separano la Valle del Bût (o Canale di San Pietro) dal Vallone del Rio Cercevesa, si supera il Rifugio Morgante.
L’ampio tracciato prosegue a salire con pendenza variabile, a tratti piuttosto faticoso.
Senza considerare i sentieri che conducono al Passo di Pramosio, punto di confine con l’Austria posizionato a pochi minuti di distanza, si oltrepassa anche la Casera delle Manze.
Ancora un ultimo sforzo e si arriva al Lago Avostanis sulle cui acque di origine glaciale si specchia la Casera Pramosio alta. E’ un ambiente spettacolare quello che si ha davanti con alte pareti rocciose e la mole della Creta di Timau che fanno da cornice.

Il ritorno avviene percorrendo a ritroso l’itinerario seguito all’andata.

Vista Casera delle Manze
Vista verso Casera delle Manze

DESCRIZIONE COMPLETA:

Dopo aver risalito per diversi km il ripido stradello, per lo più a fondo naturale, che ha inizio a Laipacco, parcheggio l’auto presso la Casera Pramosio (q. 1521 m.) dove si trova anche l’omonimo rifugio.
L’ambiente circostante è già affascinante e completamente differente da quello di fondovalle.

Casera Pramosio
Casera Pramosio

Indossato lo zainetto con il necessario, inizio a risalire lo stradello in ghiaia che si stacca appena prima dei fabbricati della casera e conduce al Lago Avostanis (cartelli divieto di transito) coincidente con il percorso 402, la Traversata Carnica e il Sentiero Italia CAI.

sentiero 402 Casera Pramosio
L’imbocco dello stradello per il lago

Guadagno quota percorrendo tratti in ghiaia alternati ad altri in cemento. Alla mia destra incombono le Crete del Mezzodì con a fianco la Sella Cercevesa, valico sentieristico di collegamento con il vallone dell’omonimo rio.
Lascio a sinistra il Rifugio Morgante (q. 1619 m.) alle cui spalle emerge la Creta di Timau.

Rifugio Morgante
Rifugio Morgante

Continuo la salita. Una panchina, in corrispondenza del bivio con il sentiero 448 diretto al Passo Pramosio, invoglia ad una sosta riposante con vista sulla vallata.

sentiero Lago Avostanis Casera Pramosio
Panchina e Crete del Mezzodì

Oltrepasso un’altra deviazione per il Passo Pramosio, punto di confine con l’Austria posizionato a pochi minuti di distanza, e la vicina Casera delle Manze (q. 1820 m., fontana).

Casera delle Manze
Casera delle Manze

Man mano che si sale la visuale si espande sulle montagne circostanti e sulla Valle del Bût (o Canale di San Pietro).
Superata una serie di tornanti, lascio a sinistra la mulattiera, realizzata nel periodo bellico, che sale alla Creta di Timau toccando diverse postazioni militari.

percorso 402 Lago Avostanis Casera Pramosio
Lungo il percorso 402

Con un ultimo sforzo passo attraverso una valletta ed eccomi sulla sponda orientale dello splendido Lago Avostanis (q. 1936 m.) sulle cui acque di origine glaciale si specchia la Casera Pramosio alta.
Spettacolare il territorio circostante con alte pareti calcaree che quasi precipitano nel lago e, più distante, la cima della Creta di Timau.

Lago Avostanis fontana
Lago Avostanis

Il luogo è ottimale per una sosta prima del ritorno al punto di partenza che avviene ripercorrendo l’itinerario di andata.

DATI ITINERARIO:

  • Escursione effettuata nel Ottobre 2021
  • Durata*: 2h05′
  • Tempi progressivi* : Casera Pramosio (6h15′) – Lago Avostanis (1h15′) – Casera Pramosio (2h05′)
    *I tempi inseriti sono puramente indicativi e corrispondono a quanto indicato nella segnaletica presente in loco integrata, quando assente, da quanto da me impiegato.
  • Dislivello: +450 m./ -450 m.
  • Difficoltà: T (Turistica)
  • Carta escursionistica: Tabacco n. 09 – Alpi Carniche-Carnia Centrale 1:25000
  • Accesso: Dall’uscita Carnia dell’A23 Udine -Tarvisio procedere verso Tolmezzo poi seguire in direzione Austria fino a Timau.
  • Trasporti pubblici: Autobus da Tolmezzo fino a Timau. (https://www.mycicero.it/tplfvg-go/TPWebPortal/)

COMMENTI E NOTE:

  • Il percorso è costantemente panoramico. Meravigliosa la conca in cui è posto il Lago Avostanis ma tutto l’itinerario si fa apprezzare.
  • Il tragitto si svolge completamente su stradina non asfaltata (parte a fondo naturale e parte in cemento). E’ però necessario possedere un grado di allenamento adeguato a superare il dislivello indicato e sezioni anche piuttosto ripide. Una passeggiata per le persone ben allenate.
  • Chi volesse allungare un poco (30′ circa andata/ritorno, difficoltà E-Escursionistica) potrebbe salire sulla vicina Sella Avostanis per affacciarsi sulla vallata adiacente con vista verso l’Austria e il Monte Coglians.
    Più impegnativo salire sulla Creta di Timau (300 metri di dislivello in più con risalita di un canalino roccioso attrezzato con cavo d’acciaio sul finale, difficoltà EE-Escursionisti Esperti)

Altre escursioni pubblicate in zona:


Hai mai effettuato questo percorso?
Vuoi qualche informazione in più oppure vuoi segnalare, aggiungere o correggere qualcosa?
Ti invito a commentare o a contattarmi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *